Santa Petronilla

La Scuola di Catechismo

Quest'anno le catechiste sono state impegnate più che in passato, perché si sono riunite ogni giovedì, escluso l'ultimo del mese, per un incontro di istruzione e di messa a punto della situazione con il Parroco. Sono stati incontri molto proficui: si è potuto parlare, porre questioni, scambiarsi le idee e le difficoltà che si incontrano per un compito così delicato e difficile. Il futuro religioso dei bimbi a noi affidati, dipende per l'80% dal nostro insegnamento. E' stata con noi anche Suor Margherita, insegnante di religione al Vicariato di Roma e ci ha detto molte cose interessanti e pratiche. Ci è dispiaciuto che non tutte le catechiste abbiano potuto partecipare, per colpa dell'orario; speriamo di accordarci per il prossimo anno perché stare insieme fa bene a tutti e anche a noi

Creare un ambiente accogliente

Dio non si incontra nel rumore e nella distrazione. Il clima degli incontri di catechismo è determinante per un vero incontro con Gesù Cristo.
Da ricordare:

  1. Arrivare 10 minuti prima fa guadagnare molto tempo
  2. In una stanza disordinata viene voglia di fare baccano
  3. Un fanciullo male accolto non impara ad accogliere
  4. Un animatore che parla troppo forte invita a far rumore
  5. I fanciulli che non sanno cosa fare hanno diritto a fare chiasso
  6. E' molto meglio sottolineare i successi che rimproverare gli errori
  7. Inutili minacce e promesse non mantenute distruggono qualsiasi autorevolezza
  8. Chi si arrabbia passa dalla parte del torto
  9. Un discorso “vago” richiama una “vaga” attenzione
  10. Un animatore contento di stare con i fanciulli farà un buon incontro di catechismo

Riflessioni per essere buoni catechisti

Un buon catechista è continuamente attento a ciò che avviene nel gruppo. Può capitare che un fanciullo timido abbia qualcosa da dire ma non osi farlo perché sono sempre gli stessi che parlano. Non gli sfuggirà che in un angolo due ragazzi si danno pedate perché la spiegazione comincia ad essere troppo lunga. Quando si è trovata un'attività che interessa i fanciulli, si instaura un buon clima; allora il gruppo si salda e progredisce. Ogni punizione è un pò un insuccesso per l'educatore, ma qualche volta è il male minore. E' meglio un cambiamento di posto che una distrazione continua. E' meglio sequestrare una pistola che vederla passare di mano in mano. Con un po' di nervi saldi e senza inutili repressioni, ogni catechista può ottenere in tempo normale un minimo di disciplina.